Nessun inverno è sconfitto da un’idea

Marzo, dicono che inizia la primavera. Ma la primavera se non inizia nel cuore tutti i giorni. Perchè la primavera deve sempre contrastare l’inverno. L’inverno di tutti i giorni. L’inverno è la solitudine. La primavera è l’amicizia, l’amore, la fertilità. Il calore. La primavera è l’inizio sempre del calore. E il calore che dà inizio alla vita può venire solo dalla vita. Non da una decisione, non da una necessità. Nessun inverno è mai stato sconfitto da una idea. Ma da una vita, e la vita procede per incontri, incroci, adesioni. E quando la primavera inizia non si accampa come un sole allo zenit. Non esplode subito con tutta la gioia e i colori e le infinite variazione del vivente. Inizia piano, da minimi segni. Piccoli cambi di colore. Lievi variazione dell’aria. Così la vita di un uomo non sfugge all’inverno perchè la primavera lo assale. Ma la <<miccia verde della vita>> come diceva il grande poeta Dylan Thomas, potente e invicibile, nel segreto ha dato inizio a tutto. E il suo splendorare si propaga piano, fino a invadere marzo, e aprile e il tempo intero.

di Davide Rondoni

Giusto qualche parola per dovere di cronaca su come è nato questo post alle 2 di notte. Ho preso in prestito la parole di Davide Rondoni (per le scimmiette curiose: l’ho trovato sul numero di Tracce di Marzo 2011 a pg 101).
Il titolo già di per se ha attirato la mia attenzione perchè mi ricorda la riflessione che ho fatto (e non sono stata la sola) su una certa canzone che ha vinto, di recente, un certo festival. Poi son rimasta a leggere e arrivata a quelle frasi che ho messo in italic (corsivo) la mia mente ha formulato un pensiero decisamente meno poetico:”ecco le parole che cercavo per la foto scattata domenica sotto la pioggia, ed ecco, non sono l’unica matta che percepisce l’arrivo della primevera tramite piccole variazioni di colori e di aria! Wow!”. Spero Mr Rondoni non se la prende se ho associato quel che scrive ad una foto mia di media qualità, ma è una foto dove ho messo “più di quel che riuscivo a pensare e dire”, ed è per questo che ho avuto bisogno di questo supporto esterno.

Potrebbe interessarvi anche:

Tags: , , , , ,

Posted in Uncategorized by admin on March 23rd, 2011 at 2:20 am.

2 comments

2 Replies

  1. avatar

    Bella la foto, belli i due testi. :-)
    Importante, per vedere i grandi eventi (non solo l’arrivo della Primavera), riconoscere i piccoli “sintomi” che li precedono.
    Ma bisogna avere occhi bene aperti e pronti a riconoscere il minimo combaimento.

    Ciao, R

  2. avatar

    Grazie mille! :)
    Gli occhi sono strumento, uno strumento bellissimo, uno dei pochi strumenti del mio corpo che Dio ha deciso dovesse funzionare bene, ma varamente bene… ma come bene sai è qualcos’altro che dev’essere pronto e no, nn parlo del “cuore” come si intende di solito ;)


Leave a Reply